Che cos’è la ritenzione idrica?

La ritenzione idrica è un fenomeno in cui i liquidi non vengono correttamente rimossi dal tessuto. Generalmente la ritenzione idrica causa un accumulo di fluidi solo in aree localizzatedell’organismo, ma può verificarsi anche una ritenzione idrica generalizzata, quando interessa tutto il corpo. Il ristagno di liquidi è generalmente superiore nelle zone predisposte all’accumulo di grasso come l’addome, le cosce e i glutei.

Come riconoscerla?

Il segno principale è il tipico inestetismo della pelle, ovvero l’edema, una condizione in cui l’accumulo di liquidi nei tessuti ne causa un anomalo rigonfiamento. Altri sintomi possono essere il dolore, la rigidità articolare e un rapido aumento o fluttuazioni del peso.

Ritenzione idrica vs cellulite: quali sono le differenze?

Cellulite e ritenzione idrica sono due disturbi circolatori che causano inestetismi, ma esistono delle sostanziali differenze tra loro. Sono entrambe alterazioni dei tessuti sottocutanei con accumulo di liquidi in eccesso, ma la cellulite è una situazione di alterato metabolismo localizzato a livello del tessuto sottocutaneo. Determina un aumento delle dimensioni delle cellule adipose e una ritenzione idrica negli spazi intercellulari. La cellulite è un’alterazione dei tessuti sottocutanei che porta all’accumulo di liquidi e tossine metaboliche tra una cellula e l’altra e che, nella maggior parte dei casi, diventa visibile anche in superficie (il cosiddetto effetto “buccia d’arancia”).

Quali sono le cause della ritenzione idrica?

Il caldo sicuramente è il nemico numero uno della ritenzione idrica. Altre cause possono essere di natura ormonale come il ciclo mestruale, la gravidanza e la menopausa. L’assunzione di alcuni farmaci, come quelli per la pressione alta e la pillola anticoncezionale, possono aumentare la ritenzione idrica. A livello comportamentale alcune carenze nutrizionali e l’abitudine di rimanere troppo a lungo in piedi possono causare questo inestetismo. Infine, le cause più gravi della ritenzione idrica sono l’insufficienza venosa cronicadisfunzioni cardiache o renalireazioni allergicheinfiammazioni severe e le ustioni. Inoltre bisogna sottolineare che anche il sovrappeso contribuisce a rallentare la circolazione venosa e linfatica e a favorire la ritenzione idrica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: